Fuoriluogo Magnum

La Braccesca

ANTINORI18 luglio 2016 – La decima tappa di Fuoriluogo Magnum è alla Tenuta La Braccesca.
Siamo in compagnia di Francesca Guicciardini, Ghigo Poccianti e Giulio Picchi.

Ci accoglie Marianna della Fazia, responsabile ospitalità della Tenuta che inizia a raccontarci: La Braccesca prende il nome dall’antica fattoria che un tempo sorgeva nella stessa zona, di proprietà dei conti Bracci.
La tenuta, immersa tra i vigneti, è a cavallo tra Montepulciano e Cortona, due territori vicini ma profondamente diversi. Una doppia anima quindi, che si ritrova nella produzione dei vini Marchese Antinori a La Braccesca, completamente diversi uno dall’altro.
Il Nobile di Montepulciano, a prevalente base sangiovese, simbolo del rispetto della tradizione, e il Syrah di Cortona, vitigno internazionale, simbolo invece della continua capacità di innovare.

Arriviamo in terrazza davanti ai campi ricoperti di vigne, in compagnia anche di Adriano Giuliarini, il direttore della tenuta, che nel frattempo ci ha raggiunti. Le medie di produzione di uva per ettaro sono tenute al di sotto di quelle ammesse dai vari disciplinari. E la distanza tra i filari è superiore a quella richiesta. Tutto qui è pensato per ottenere vini di ottima qualità nel rispetto delle vigne e del territorio. Arrivano anche i vini: Il Santa Pia , Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva ed il Bramasole, syrah DOC prodotto in quantità limitate. Diversissimi, entrambi però sorprendenti!
Andiamo in cantina: è davvero spettacolare poter ammirare le barriques dal ballatoio!
Ringraziamo ancora Marianna ed Adriano per l’accoglienza e la gentilezza. Andiamo a pensare alle etichette Fuoriluogo!
www.antinori.it

Post a comment